2019
SHED
Mostre

Daniel Steegmann Mangrané

A Leaf-Shaped Animal Draws The Hand

A cura di Lucia Aspesi e Fiammetta Griccioli / 12 Settembre 2019 - 19 Gennaio 2020

Per potere garantire una visita sicura, a causa dell’elevato numero di persone, potrebbero esserci code per l’accesso alle mostre di Pirelli HangarBicocca. Ci scusiamo in anticipo per l’eventuale disagio.
Tutti gli iscritti al programma Membership e alle visite guidate programmate hanno accesso privilegiato alle mostre.

L’ultimo ingresso alle mostre è alle ore 21.15


Il lavoro di Daniel Steegmann Mangrané (Barcellona, 1977; vive e lavora a Rio de Janeiro) si interroga sulla relazione tra cultura e natura. L’interesse dell’artista per la biologia lo ha portato a indagare complessi sistemi ecologici e a introdurre il mondo naturale all’interno delle sue opere. Nella sua pratica numerosi sono i riferimenti alla foresta pluviale in Brasile – come rami, foglie e insetti – che, uniti a forme geometriche e motivi astratti, aprono a riflessioni sulle complesse dinamiche tra gli elementi che ci circondano.
La sua prima esposizione in Italia presenta più di venti opere realizzate a partire dal 1998 a oggi, che spaziano tra film, ambientazioni in realtà virtuale, ologrammi 2D, sculture e installazioni. L’artista pone al centro del progetto di mostra la dimensione fisica e sensoriale dello spettatore, offrendo nuove visioni sull’intero corpus delle sue opere, messe in dialogo tra loro.
Il percorso espositivo è caratterizzato dall’alternarsi di esperienze materiali a situazioni immateriali, attraverso un’installazione site-specific realizzata con partizioni in tessuto bianco trasparente che ridefiniranno il carattere industriale di Pirelli HangarBicocca, accogliendo e rivelando le opere esposte. Come membrane fluttuanti, questi elementi dividono lo spazio in aree diverse consentendo al tempo stesso, con la loro trasparenza, una visione d’insieme immediata dell’intera mostra.
Alcune tra le più importanti istituzioni di rilievo internazionale hanno ospitato sue esposizioni personali, quali IAC – Institut d’art contemporain, Villeurbanne; Nottingham Contemporary, Nottingham (2019); CCS Bard College, New York, Fundació Antoni Tàpies, Barcellona, CAC, Vilnius (2018); Fundação de Serralves, Porto (2017); Medellín Museum of Modern Art, Antioquia, The Green Parrot, Barcellona (2016); Museu de Arte Moderna, Rio de Janeiro, Casa Modernista, San Paolo (2015); CRAC Alsace Centre Rhénan d’Art Contemporain, Altkirch (2014); Casa França Brasil, Rio de Janeiro (2013). I suoi lavori sono stati anche esposti in numerose mostre collettive, presso, ad esempio, Centre Pompidou-Metz, Metz, 14ma Biennale di Lione (2017); 9a Biennale di Berlino (2016); New Museum Triennial, New York, Kadist Art Foundation, Parigi (2015); 9a Biennale del Mercosul, Porto Alegre (2013); 30ma Biennale di San Paolo (2012).

Un ringraziamento speciale all’azienda Agricola Paolo Ganduscio di Ribera per aver gentilmente fornito le arance per l’opera Orange Oranges (2001)