Concerto

18.11.2010 – Ore 21.00

Ludovico Einaudi | 7 | The Hangar Concert

Concerto Straordinario a favore di

MISSIONE SOGNI Onlus
associazione che realizza gratuitamente e in tutta Italia, i sogni dei bambini gravemente malati

Ore 21

“Un concerto di Ludovico Einaudi è un’ esperienza unica, che ci accomuna in un progetto solidale in cui credo profondamente” – Antonella Camerana, Presidente di “Missione Sogni Onlus”

“Suonare all’ “Hangar Bicocca” è una forte emozione, un dialogo con se stessi, una meditazione piena di tensione rivolta a chi sta ascoltando”. – Ludovico Einaudi, compositore e pianista

Concerto “7”

“Nel corso della mia attività concertistica, mi è capitato di suonare in alcuni spazi che emananavano un’energia speciale, in alcuni casi il luogo sprigionava una tale forza che mi ha spinto a modificare radicalmente il concerto, a creare qualcosa che vibrasse insieme allo spazio. Così è stato il 10 febbraio del 2005 quando suonai all’Hangar della Bicocca attorniato da I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer. Due giorni prima del concerto feci le prove, era come suonare dentro un’immensa cattedrale, il suono viaggiava verso l’alto, non finiva mai, le “sette torri” evocavano una potenza misteriosa con cui non si poteva non dialogare. Decisi di fare qualcosa di completamente diverso da quello che avevo pensato, avevo solo un giorno a disposizione per prepararmi, e buttai giù una serie di schizzi, decidendo che mi sarei lanciato a improvvisare intorno alle nuove idee che avevo raccolto. Il concerto fu per me memorabile, anche perchè l‘Hangar non era scaldato ed era febbraio. Il pubblico era avvolto da coperte, l’atmosfera irreale. Conservo gelosamente la registrazione di quella serata, da cui sono nati alcuni brani che ho poi elaborato nel tempo, l’atmosfera del mio ultimo album “Nightbook” è nata lì. Quest’anno tornerò, 5 anni dopo, e non so ancora cosa farò. Vorrei rinnovare il dono che quel luogo mi hadato, e concedermi di nuovo la libertà di aprire le porte verso l’infinito…” – Ludovico Einaudi

Nell’occasione è possibile visitare gratuitamente la mostra Terre Vulnerabili, a cura di Chiara Bertola in collaborazione con Andrea Lissoni.